• Home
  • Patologie
  • seduta di fisioterapia/osteopatia: quanto dura, cosa si fa, cosa mi metto?

seduta di fisioterapia/osteopatia: quanto dura, cosa si fa, cosa mi metto?

La seduta di fisioterapia/osteopatia è l’incontro tra il fisioterapista ed il paziente. Cerchiamo ora di rispondere alle più comuni domande sulle modalità di svolgimento.

 

Quanto dura?

Solitamente la durata della seduta di fisioterapia è variabile a seconda dell’entità del problema. Normalmente la prima seduta dura circa un’ora perché il fisioterapista deve acquisire dal paziente tutte le informazioni per poi valutare il da farsi ed effettuare il trattamento manuale. Le successive sedute possono avere una durata variabile, da 30 a 45 minuti.  Un’importante precisazione: non è affatto detto che un trattamento più lungo sia più efficace. Anzi, trattamenti troppo lunghi spesso possono irritare il paziente con il rischio di avere più dolore nei giorni successivi. Il fisioterapista si prende il giusto tempo per il trattamento, ponendosi degli obiettivi da raggiungere ogni volta diversi (quindi anche il trattamento spesso è diverso da seduta a seduta).

 

Cosa si fa?

Nella seduta fisioterapica è fondamentale il dialogo. Il paziente espone le sue problematiche, la sua storia clinica e le sue aspettative. Il fisioterapista ascolta tutte le informazioni per ricercare le cause in base ai sintomi e quindi le possibili soluzioni. Insieme viene elaborato un piano terapeutico, cioè gli obiettivi e le modalità per raggiungere la guarigione. È fondamentale che al paziente venga spiegata qual è la causa del suo problema così come è ugualmente importante che il fisioterapista trovi soluzioni alla portata del paziente senza stravolgerne le abitudini.

Successivamente il paziente si spoglia e il fisioterapista valuta le zone del corpo da trattare manualmente. Il trattamento non è doloroso e viene fatto sempre nel rispetto delle sensazioni del paziente. L'obiettivo del trattamento manuale è ridurre il dolore e accelerare il processo di guarigione. A fine seduta viene sempre dato un esercizio molto semplice da svolgere a casa.

Nelle sedute successive, normalmente effettuate una volta a settimana, prosegue il trattamento manuale mentre insieme fisioterapista e paziente verificano il progredire della guarigione.

 

Cosa mi metto?

Il fisioterapista cerca sempre di mettere a proprio agio il paziente. È evidente che se un paziente ha mal di schiena probabilmente dovrà togliersi la maglietta così come sa ha male ad una gamba i pantaloni. Tuttavia avere indumenti comodi ed elastici (come ad esempio una tuta) può aiutare a rispettare la privacy del paziente.